Dintorni: l’Oasi Naturalistica

La storia della riserva regionale San Giuliano è legata alla nascita dell’omonimo invaso artificiale creato per scopi irrigui dallo sbarramento del fiume Bradano negli anni tra il 1950 ed il 1957 grazie al programma economico di aiuti del piano Marshall.

La presenza del lago ha attirato sin dal principio numerose specie di uccelli acquatici, rendendo necessarie iniziative volte alla tutela dell’area. Così nel 1976 il lago di San Giuliano è diventato oasi di protezione della fauna, e nell’anno successivo è stato apposto il vincolo paesaggistico.

Nel 1989 il W.W.F. Italia ha ottenuto la gestione dell’area. Dal 1991 il tratto della gravina del Bradano che si trova a valle dell’invaso è entrato a far parte del Parco della Murgia materana.

Nel 2000 la regione Basilicata, al fine di rafforzare le azioni di tutela, ha istituito una riserva naturale affidandola in gestione alla Provincia di Matera: questa è stata dichiarata S.I.C. (Sito di Interesse Comunitario) e Z.P.S. (Zona di Protezione Speciale) dal Ministero dell’Ambiente, per poi essere inserita con Decreto Ministeriale, nel maggio 2003, nell’elenco delle zone umide italiane previste dalla Convenzione di Ramsar per la conservazione delle aree di interesse internazionale per la fauna acquatica.


Gran Casale delle Gravine
Contrada "Alvino" - 75100 Matera
S.S. 7 Matera-Taranto, km. 589 (svincolo per Ginosa)

 0835.1826251      366.7259991      349.7610162
 e-mail

© Gran Casale delle Gravine, 2015-16